10 vantaggi della fatturazione elettronica

Tempo di lettura: 3 min
10 vantaggi della fatturazione elettronica

Nella legge di Bilancio 2018 è stato stabilito l’obbligo della fatturazione elettronica per tutti i soggetti IVA (esclusi i regimi minimi o forfettari) per semplificare le procedure di fatturazione, dematerializzare i documenti e, soprattutto, per controllare meglio il flusso di denaro tra le aziende al fine di ridurre l’evasione fiscale.

Fatturazione elettronica: cos’è

La fattura elettronica è una fattura prodotta in un formato definito secondo specifici standard tecnici da Sogei (Società Generale d'Informatica S.p.A.) e il cui contenuto deve essere nel tempo immutabile e non alterabile.
La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa, spedizione e archiviazione.
Il formato digitale in cui esse devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate si chiama XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio che permette di controllare la validità dei dati contenuti nei documenti inviati.

La fatturazione elettronica coinvolge tre parti

Tre sono gli “attori” coinvolti nella fatturazione elettronica: la Pubblica Amministrazione, il Sistema di Interscambio nazionale (SdI) e il fornitore o il suo intermediario.
Le PA per prime sono coinvolte nei processi di fatturazione elettronica per favorire una maggiore semplificazione e razionalizzazione del ciclo di approvvigionamento attraverso la trasparenza e il monitoraggio della spesa pubblica.
Tra privati, la fatturazione elettronica sarà obbligatoria dal 1° Gennaio 2019.

Le PA comunicano al fornitore un codice univoco (detto “codice ufficio per la fatturazione elettronica”) composto da lettere e numeri che deve essere riportato sulla fattura elettronica insieme alla P. IVA e a tutti gli altri dati rilevanti ai fini fiscali.
Quindi viene firmata digitalmente da chi la emette.

A questo punto “attraversa” il Sistema di Interscambio Nazionale, il punto di passaggio obbligato che verifica il formato del documento, la completezza dei dati inseriti e grazie al codice univoco provvede ad inviarlo alla Pubblica Amministrazione che, solo dopo le necessarie verifiche, procede al pagamento.

Salvare tempo, denaro, spazio: 10 vantaggi della fatturazione elettronica

Il momento in cui si redige e si invia la fattura è uno dei più delicati del rapporto fornitore-cliente.

Il sistema di fatturazione elettronica arriva in aiuto fornendo un modo puntuale, preciso e professionale per la creazione, l’invio e l’archiviazione della fattura.

Ecco i suoi dieci più importanti vantaggi:

  1. Risparmio di tempo: un ottimo sistema di fatturazione elettronica permette di diminuire il tempo dedicato alla creazione, invio e archiviazione
  2. Risparmio di denaro: l’invio elettronico fa risparmiare sulle spese di spedizione postale e sulle spese di stampa dei documenti
  3. Risparmio di spazio: con l’archiviazione digitale non sarà più necessario stampare e custodire le fatture in enormi faldoni
  4. Sicurezza nell’archiviazione: con un software di fatturazione elettronica valido il servizio di archiviazione sarà a norma di legge per 10 anni
  5. Semplicità e facilità di utilizzo: un buon sistema di fatturazione elettronica è immediato e offre assistenza continua
  6. Sicurezza nella gestione dei dati: i dati sensibili sono protetti dal Sistema di Interscambio che raccoglie e monitora i dati inviati e ricevuti
  7. Fruibilità: il sistema di fatturazione elettronico è utilizzabile mediante internet, questo permette di creare fatture elettroniche ovunque, anche lontani dal proprio ufficio
  8. Riduzioni fiscali: lo Stato prevede sempre agevolazioni che avranno maggiori sgravi fiscali
  9. Controlli fiscali semplificati: grazie alla conservazione sostitutiva e all’indicizzazione, è facile reperire e consultare con facilità le fatture in qualsiasi momento
  10. Tracciabilità dei movimenti e dei pagamenti: l’utilizzo della fatturazione elettronica permette di monitorare l’invio e la ricezione dei documenti nonché di tenere tracciabilità dei pagamenti (parleremo di questo nel prossimo post lunedì)

In conclusione

Il vero valore della fatturazione elettronica, oltre a quelli elencati, consiste nel creare cultura digitale, abituando le imprese del nostro Paese a gestire documenti in formato elettronico elaborabile; storicamente le imprese italiane sono infatti lente nell'accogliere i cambiamenti innovativi e sono ancora poco convinte dei vantaggi nella digitalizzazione delle relazioni B2B.

Oltre 900.000 fornitori usano già la fatturazione elettronica (un insieme fortemente eterogeneo per area geografica di provenienza, settore di riferimento e dimensioni) ed è importante accogliere il cambiamento in atto: una piena digitalizzazione dell’intero Paese, coinvolgendo in prima persona clienti, collaboratori e fornitori.

Scritto da Redazione
Creato il 17 Maggio
Categoria fattura elettronica
Condividi il post