GDPR e software: usare la tecnologia per rispettare la normativa

GDPR e software: usare la tecnologia per rispettare la normativa

Tempo di lettura: 3 min
GDPR e software: usare la tecnologia per rispettare la normativa

Il 25 Maggio 2018 verrà applicato il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR, General Data Protection Regulation) che intende rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati all'interno della UE rispondendo alle sfide poste dagli sviluppi tecnologici e dai nuovi modelli di crescita economica.

GDPR parole chiave

L’importanza dei dati e di essere informati al riguardo

I dati rendono possibile la digital transformation e le aziende mostrano un forte interesse a potenziare la loro raccolta.
Se questa avviene senza la dovuta attenzione ai diritti degli utenti, in particolare alla loro privacy, può portare a una serie di eventi negativi.
Alla base del GDPR c’è la premessa che i dati sono e restano di proprietà dei singoli individui a cui fanno riferimento e che devono avere un maggiore controllo su come questi vengono raccolti, gestiti e utilizzati.
È importante formarsi in prima persona, per sapere quali siano i diritti e i tipi di trattamento, ma anche ricevere indicazioni da persone formate (noi abbiamo un servizio di consulenza).

Tecnologia: il problema è anche la soluzione

Lo sviluppo tecnologico ha causato l’aumento esponenziale della quantità di dati personali condivisi ogni giorno, in maniera più o meno consapevole, e la loro protezione è l’intenzione principale del GDPR.
Per difenderci dalla dispersione dei nostri dati causata dalla tecnologia, dunque ci si deve avvalere della tecnologia stessa. Ecco perché, oltre ad essere il problema, la tecnologia è anche la soluzione.

Software al servizio della compliance

Il 25 Maggio è sempre più vicino e le aziende dovranno arrivare preparate per l'applicabilità del GDPR.
È qui che entra in gioco la tecnologia perché esistono software che aiutano le imprese ad adeguarsi alla nuova normativa.
Non è infatti più sufficiente la semplice e periodica compilazione della modulistica, ma serve un approccio più lungimirante, unito a una costante vigilanza e alla possibilità di dimostrare in ogni momento le azioni proattive messe in atto.

Software per l’adeguamento al GDPR: cosa fanno?

Niente panico. Esistono software che possono semplificare l’adeguamento al GDPR automatizzando il processo di gestione, indicizzando i contenuti per rintracciarli facilmente, creando e gestendo i documenti previsti dalla normativa, analizzando i rischi attraverso procedure guidate e facendo un’attività di remind sugli step che l’azienda deve percorrere.

I dati che un’azienda si trova a gestire sono tanti ed è bene, soprattutto in vista del nuovo regolamento, averli sempre sotto controllo nel modo più semplice possibile, per prevenire i rischi e per sapere, in caso, come intervenire.


In conclusione

Per le aziende è essenziale avvalersi di una soluzione software che consenta di avere in modo semplice e in un unico repository la mappatura di tutti i processi aziendali e quindi di tutti gli scambi di informazioni degli attori interessati, delle normative in essere, degli applicativi utilizzati, dei rischi e controlli e connessi.

Noi possiamo fornire consulenza e supporto da parte di esperti sul tema, professionisti con specifiche competenze in grado di consigliare, supportare ed affiancare aziende o studi professionali nel percorso di adeguamento al GDPR.

Vuoi approfondire e saperne di più? Inviaci i tuoi dati per essere contattato.

Scritto da Redazione
Creato il 30 Marzo 2018
Categoria privacy e sicurezza
Condividi il post